Il mercato delle opzioni binarie si è sviluppato soltanto da pochi anni ed ha conosciuto una rapida crescita, in virtù del suo notevole apprezzamento da parte dei trader di tutto il mondo.

Proprio questa rapida crescita, però, ha comportato la necessità di prevedere delle regole certe e trasparenti riguardo il funzionamento di questo particolare mercato e, nello specifico è stata avvertita l’esigenza di creare degli organismi di controllo che verificassero la correttezza e la liceità del comportamento dei broker in questo settore.

La normativa di riferimento, a questo proposito, è la direttiva dell’Unione Europea conosciuta come MiFID (Markets in Financial Instruments Directive), ed interessa anche il settore delle opzioni binarie, poiché ad esse viene riconosciuta la natura di strumenti finanziari.

Le certificazioni per i broker online: il CySEC

Fondamentalmente, l’affidabilità di un broker è oggi riconoscibile attraverso un sistema di certificazioni e licenze, il cui possesso è indice di credibilità e buona reputazione sul mercato. La stragrande maggioranza dei broker europei sceglie di richiedere la registrazione presso il CySEC, il Cyprus Securities and Exchange Commission, cioè l’organismo che opera come ente di regolamentazione finanziaria a Cipro (Paese membro UE).

Pertanto, quando un trader intende scegliere una piattaforma online su cui compiere le operazioni sul mercato delle opzioni binarie, deve aver cura di verificare, sul sito stesso delle società, se queste sono in possesso del riconoscimento o dell’autorizzazione da parte di un ente di controllo. La licenza CySEC è garanzia di affidabilità dei broker, e solitamente questi ultimi non esitano a mettere in opportuna evidenza, sulle proprie homepage, il possesso di tale certificazione, in modo da conquistare sin da subito la fiducia dei potenziali trader.

L’autorizzazione della CONSOB

Ogni Stato europeo prevede al suo interno un organismo di controllo preposto a controllare e supervisionare il mercato degli strumenti finanziari, e quindi anche delle opzioni binarie. Per l’Italia, questo organismo è la CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa), ed il possesso dell’autorizzazione rilasciata da quest’ultima rappresenta dunque un requisito necessario perché un broker possa operare nel territorio nazionale. Va specificato, in ogni caso, che il possesso di una licenza rilasciata da un organismo di uno Stato membro dell’Unione Europea dà diritto, in genere, al broker di operare anche all’interno degli altri Stati membri dell’Unione.

Sia la CONSOB, che il Cysec ed ogni altro organismo di controllo, pubblicano sul proprio sito web un elenco, liberamente consultabile, delle società in possesso delle licenze che tali enti sono deputati a rilasciare. Ciascun trader, quindi, ha la possibilità, in caso di dubbio, di controllare direttamente sui siti degli enti certificatori il possesso di licenze e autorizzazioni da parte di una determinata società.

Regolamentazione opzioni binarie e affidabilità dei broker

Il sistema della regolamentazione delle opzioni binarie è stato introdotto per tutelare i trader che, in mancanza di regole certe e trasparenti, rischierebbero di operare su piattaforme gestite da soggetti inaffidabili. Non è raro, infatti, nel mondo del trading online, incontrare broker che truffano i propri clienti, modificando fraudolentemente i dati del sistema o i meccanismi delle piattaforme utilizzate dai trader. Ovviamente, una volta scoperte, queste società subiscono il divieto di proseguire nell’attività di brokeraggio.

Usando la giusta dose d’attenzione, pertanto, qualsiasi trader può scegliere con sicurezza i broker più affidabili, per cominciare ad operare nel mondo delle opzioni binarie online.