1° Posto: anyoption

▷ Restituisce al 85 per cento possibile.
▷ Fino a protezione contro la perdita del 25%.
▷ Regolamento Ufficiale CySEC.

Vincitore
94%
Payout
2
89%
Payout
3
92%
Payout

Una delle più significative novità nel panorama del trading online è rappresentata dalle opzioni binarie, ovverosia da quei prodotti finanziari derivati utilizzati dai trader per speculare sull’andamento di un asset, che può essere una coppia di valute forex, un indice, un’azione o una materia prima. Sviluppata dal professor Sanford J. Grossman della Pennsylvania University, la teoria delle opzioni binarie si basa su complessi modelli matematici e probabilistici.

Ciononostante per il trader si rivela semplice e redditizio investire in opzioni binarie: non si tratta d’altro se non di prevedere se il valore dello strumento sottostante salirà o diminuirà entro e non oltre la data di scadenza indicata dallo stesso trader. I principali vantaggi che fanno da cornice all’investimento in opzioni binarie si individuano nel fatto che tale investimento genera profitti anche se il valore dello strumento sottostante sale di un solo centesimo e nel fatto che non sussistono barriere di ingresso: è vero che occorre versare sul conto di trading una somma, ma è altrettanto vero che il deposito minimo richiesto dalla maggior parte dei broker di opzioni binarie è un importo esiguo alla portata di ogni budget.

La comparazione: lo strumento più performante per trovare il broker di opzioni binarie

24option Investire in opzioni binarie significa individuare l’asset sottostante, indicare quanto si intende investire, selezionare la scadenza dell’opzione e il tipo di previsione. Alla scadenza dell’opzione, se l’andamento del mercato rispecchia la previsione, il rendimento si rivela spesso superiore all’80% del valore dell’opzione. Le opzioni di tipo top/down, in cui si indica semplicemente se il valore dell’asset salirà o scenderà, sono le più utilizzate dai trader, anche dai neofiti, perché garanzia di elevati rendimenti. Foriere di soddisfazioni sono anche le opzioni interval e touch, in cui si tratta di prevedere, rispettivamente, l’intervallo di prezzo in cui si troverà l’opzione alla scadenza e se l’asset assumerà un valore specifico entro la scadenza.

Accanto alle opzioni binarie tradizionali a scadenza variabile, va segnalata l’esistenza di opzioni binarie cosiddette a sessanta secondi che sono particolarmente indicate per coloro che preferiscono fare trading sulla quantità di operazioni e che permettono di guadagnare, appunto in un minuto, una percentuale di capitale che va dal 70% al 75% di ciò che si è investito. Meritano una menzione anche le opzioni binarie one touch, da utilizzare nel fine settimana e con una scadenza di sette giorni e le opzioni binarie builder, garanzia della massima personalizzazione dell’investimento ed imperniate, tra gli altri, sul parametro del rischio/investimento che permette di ottenere un rimborso sulle perdite a fronte di una diminuzione della percentuale di guadagno.

Ma, ancor prima, investire in opzioni binarie significa trovare un broker sicuro ed affidabile, che offra le migliori condizioni ed i rendimenti più alti:

  • per fare una scelta ponderata
  • i comparatori si rivelano lo strumento ottimale ed immediato per individuare il broker più in linea con le personali esigenze di investimento
  • mettendo a confronto i bonus
  • il tasso di ritorno
  • le risorse disponibili
  • il deposito e il trade minimo

Una panoramica sulle commissioni

Nella scelta del broker, i fattori che incidono maggiormente sono l’incidenza delle commissioni e le condizioni di prelievo. I broker di opzioni binarie applicano in genere delle condizioni specifiche ai prelievi effettuati. Non mancano broker che assicurano la gratuità delle commissioni di prelievo, così come esistono broker che subordinano la gratuità al verificarsi di determinate condizioni.

Anche da questo punto di vista, i comparatori concretizzano il mezzo più pratico per porre a raffronto le condizioni generali praticate e per individuare il broker più competitivo sotto il profilo delle spese poste a carico del trader (che in alcuni casi possono variare dal 5% al 20% dell’ammontare). Nella ricerca del miglior mediatore, è anche opportuno tenere conto del fatto che alcuni broker offrono un conto demo illimitato per sperimentare il trading di opzioni binarie con soldi virtuali: in questo modo, chi è alle prime armi potrà acquisire dimestichezza, mentre i trader di lungo corso potranno mettere alla prova l’affidabilità e l’efficienza della piattaforma.

I bonus disponibili

La tipologia di bonus offerti dalle piattaforme è alquanto variegata. Nella maggior parte dei casi si tratta di un bonus di benvenuto del 100% calcolato sul valore del primo deposito effettuato, ma non mancano le opportunità di fruire di un bonus senza deposito.

Decisamente interessanti si rivelano anche le promozioni consistenti, oltre che nel bonus sul deposito, nell’offerta di una o più sessioni di trading gratuite di importo predeterminato. L’unico avvertimento riguarda le condizioni di prelievo dei bonus, che il più delle volte potranno essere ritirati solo al raggiungimento di un determinato volume di transazioni.

Depositi e prelievi: le varie opportunità

Per iniziare a fare trading con le opzioni binarie, risulta estremamente facile effettuare un deposito, essendo molteplici i mezzi di pagamento accettati dalle piattaforme, in primis le carte di credito, il bonifico bancario e i portafogli elettronici. Il deposito minimo richiesto è il più delle volte ragionevole: esistono broker che richiedono un investimento monetario di soli 10 euro e, in ogni caso, l’importo del deposito è compreso tra 100 e 250 euro.

24option Per quanto concerne i prelievi, occorre tenere conto del fatto che alcuni broker impediscono di prelevare al disotto di un determinato ammontare (o consentono il prelievo previo pagamento di consistenti spese di transazione supplementari) e che molto raramente degli intermediari fissano un plafond di prelievo, con la conseguenza che non vengono autorizzati i prelievi oltre un determinato ammontare massimo.

L’importanza dei comparatori nella negoziazione delle opzioni binarie

Esigenza imprescindibile di ogni trader è negoziare le opzioni binarie sulla piattaforma di un intermediario affidabile, sicuro e serio. Per mettere a confronto i broker e per scegliere con cognizione di causa, i comparatori offrono la possibilità di valutare tutti i parametri che entrano in gioco quando si tratta di individuare una piattaforma di trading sicura con un ottimo servizi clienti, che richieda un deposito minimo ragionevole, che offra dei bonus allettanti e che presenti condizioni di ritiro non abusive.

Il tasso di ritorno rappresenta un dato intorno al quale si focalizza l’attenzione del trader: esiguo è il numero delle piattaforme che presentano tassi di rendimento del 65% dell’ammontare della posta. Mediamente i tassi di rendimento praticati dai broker oscillano tra il 70 e il 75% dell’investimento e non è certo raro imbattersi in piattaforme che assicurano tassi di ritorno più elevati che arrivano fino al 95% del capitale investito.

Tutti i vantaggi che fanno da cornice all’investimento in opzioni binarie

Il trading di opzioni binarie permette di speculare in maniera semplice ed efficace sugli attivi finanziari e si sostanzia in un metodo collaudato per realizzare, in tempi rapidi e senza la necessità di una specifica esperienza nel settore, profitti interessanti su qualsiasi capitale si decida di investire. Numerosi sono i vantaggi che fanno da cornice a questa realtà fiorente e oramai consolidata del trading online, soprattutto se si considera la possibilità di scegliere tra migliaia di opzioni binarie che i broker propongono.

Tra gli indiscutibili punti di forza del trading di opzioni binarie non possono non essere citati:

la facilità di utilizzo
il massimo controllo del rischio
l’operatività del mercato 24 ore su 24, 7 giorni su 7
l’apertura del conto con un deposito di poche decine di euro
i guadagni interessanti che possono arrivare ad oltre il 300% nelle modalità più rischiose