Dopo i primi tempi in cui vi era un po’ di diffidenza rispetto al trading on line, ormai anche in Italia un numero sempre maggiore di persone si dedica a questa attività. Infatti, con le conoscenze adeguate e un po’ di intuito, è possibile anche guadagnare somme importanti. L’attività nel settore del trading che è ancora un po’ meno popolare riguarda le opzioni binarie. Ciò che frena maggiormente i possibili utenti è il timore di incappare in truffe o raggiri. Dedicarsi alle opzioni binarie on line non garantisce infatti il contatto diretto con la realtà a cui si affidano i propri soldi, e purtroppo episodi di persone che sono state ingannate non mancano.

I mercati degli strumenti finanziari

I broker on line sono, tutto sommato, realtà piuttosto giovani, e le regolamentazioni in merito hanno iniziato ad affermarsi solo in tempi recenti. Per quel che concerne le opzioni binarie si è pensato di dare una legislazione in merito solo a partire dal 2008.
L’anno precedente, nel 2007, era entrata in vigore la normativa europea MIFID, che aveva lo scopo di controllare il funzionamento delle imprese di investimento. Sostanzialmente si tratta di una normativa unificata comune a 30 Stati appartenenti allo Spazio economico Europeo di cui fa parte anche l’Italia. Quindi, anche per il nostro Paese la normativa generale di riferimento per tutto ciò che comprende i mercati finanziari (ivi comprese le opzioni binarie) fa capo al MIFID ( Markets in Financial Instruments Directive).

Detto questo, vi sono due organi in Italia che si occupano di verificare che i broker di opzioni binarie siano rispettosi delle regole previste nel MIFID. Il primo è il CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission). Cipro fu la prima nazione a recepire la normativa europea, e il suo organo di controllo ha ascquisito potere anche a livello internazionale. Il CySEC è un’autorità di vigilanza pubblica indipendente che concede licenze di brokeraggio a chi ne faccia richiesta, previ specifici controlli. Per conoscere quali siano i broker autorizzati dalla CySEC basta andare sul suo sito ufficiale e consultare l’elenco che si trova alla voce “Investments Firm”.

CONSOB

Veniamo ora alla CONSOB, che è invece un organismo tutto italiano. La CONSOB è stata creata nel 1974 e il suo acronimo vuol dire Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. Il suo compito è quello di vigilare su tutte le transazioni finanziare che avvengono nel nostro Paese, e quindi si occupa anche di concedere le licenze ai broker di opzioni binarie che ne facciano espressamente richiesta. Anche in questo caso, se si desidera conoscere l’elenco dei broker che sono stati autorizzati dalla CONSOB, è sufficiente collegarsi al suo sito web ufficiale.

Edificio Istituzioni Capacità

Purtroppo, ad oggi sono ancora molti i broker che non hanno fatto richiesta dell’autorizzazione ad agire da parte di questi organi di competenza. In effetti l’iter da seguire è piuttosto lungo e complesso, ma per chi desidera cimentarsi con le opzioni binarie è molto importante scegliere sempre delle piattaforme certificate. Solo in questo modo si ha la sicurezza assoluta che i propri soldi vengano investiti in modo chiaro e tracciabile.